Mandorlaepistacchio

Siciliana con la passione per la musica napoletana e la cucina in generale…

Serena e felice Pasqua! aprile 13, 2009

Filed under: feste e tradizioni,Varie — Siciliana con la passione della buona cucina @ 12:39 pm
Vi auguro una Serena e felice Pasqua e
Vi dedico questa piccola poesia scritta dal mio nipotino Alessandro
“A Pasqua si festeggia
A Pasqua si gorgheggia
 con uova e conigliettini
fanno felici tutti i bambini
sbocciano migliaia di fiori
corolle di tanti colori
farfalle festose e danzanti
accarezzano i fiori olezzanti…”
…. e poi non ha terminato più di scriverla
era troppo impegnato a scartare le uova di Pasqua
Auguri!
 

La Befana vien di notte… gennaio 6, 2009

Filed under: feste e tradizioni — Siciliana con la passione della buona cucina @ 9:12 am
Tags: , , , , , , ,

La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte,

con un sacco pien di doni porta dolci ai bimbi buoni

L’Epifania tutte le feste si porta via. Prima di ritornare alla solita routine quotidiana, oggi ne approfitterò per fare un giro per la città e visitare  Piazza Navona, che come di tradizione, vengono allestite coloratissime bancarelle con dolciumi e calze.

A presto con le dolcissime foto…

 

Sapori e Ricordi d’infanzia dicembre 28, 2008

Filed under: feste e tradizioni,Varie — Siciliana con la passione della buona cucina @ 12:08 pm
Tags: , , , , , , , , ,

Ecco i primi piatti  preparati a casa mia per Natalepasta al forno 2.

pasta

Che gioia preparare insieme a mia mamma questi capolavori per la famiglia! 

 Profumi e gesti che mi hanno fatto ritornare indietro quando nelle mattinate d’estate,  mentre tutti dormivano mamma preparava la pasta al forno per la lunga giornata di mare, il profumo della salsa e  del tritato entrava per le stanze e ci svegliava come una dolce carezza…  

Mai stata così felice quando mia madre mi ha ridato i vecchi compiti: aprire le sottilette, tagliare i salumi, grattugiare il formaggio, formare gli strati di pasta ed infine infornarla..

 Il momento più bello? Mangiare con tutta la famiglia insieme e vedere che per ogni forchettata di pasta , riaffioravano ricordi ed emozioni che pensavamo di non provare più.

 

La Cuccìa di Santa Lucia! dicembre 16, 2008

Filed under: feste e tradizioni — Siciliana con la passione della buona cucina @ 10:32 pm
Tags: , , , , , ,

img_1028

Come da tradizione non c’è giorno di Santa Lucia che non si mangi la cuccìa. Dolce palermitano a base di grano cotto, crema di ricotta o al cioccolato, guarnito con canditi, gocce di cioccolata e cannella. La leggenda racconta  che il 13 Dicembre 1646  attraccò nel porto di Palermo una nave carica di grano che pose fine ad una grave carestia.  

Per ricordare quel giorno, i palermitani non mangiano cibi a base di farina, niente pasta e pane ma solo grano e arancine.

 

TARALLI Amore e fantasia ottobre 29, 2008

Filed under: feste e tradizioni — Siciliana con la passione della buona cucina @ 11:21 am

Oltre alla passione per Napoli e la sua storia, per la musica, per la lingua, pà pizza cà pummarola, a sfugliatella, o babà, o tortin condito, o scarpariello……..c’è quella per i taralli. Da dove nasca la parola non lo so, parlando con la gente del posto, mi hanno detto che nasce da francese “toràl” e significa “essicato”. Mi raccontano che nel ‘700 ai tempi della vera fame, i fornai conservavano i ritagli del pane (i sfridd), aggiungevano un pò di sugna (a ‘nzogna) il grasso di maiale e tanto pepe, riducevano la pasta a strisce, le attorcigliavano e formavano la treccia a ciambellina che è tutt’ora la classica forma del tarallo. Poi con il passare del tempo si aggiunse tra gli ingredienti la mandorla. In quei tempi visto il basso costo di produzione e l’apporto notevole calorico, i taralli furono una mano santa per la povera popolazione. “Ah che sfizio sgranocchiare i taralli caldi caldi, passeggiando a Mergellina col Vesuvio da un lato e Posillipo dall’altro!!”. Ricordatevi che la freschezza del tarallo stà nella mandorla. Se è dura e profumata il tarallo è OK (quindi si pò fa) , se invece la mandorla è molle e non profuma (DESISTETE!).

 

La festa dei morti ottobre 24, 2008

Filed under: feste e tradizioni — Siciliana con la passione della buona cucina @ 10:58 am
Tags: ,

Filastrocca che dicevo prima di ricevere il tanto atteso cestino: “Armuzzi santi, armuzzi santi, io sugnu una e vuatri siti tanti, mentri sugnu rintra stu munnu ri guai, cosi ri muorti purtatimi assai“. A Palermo  è una ricorrenza particolare per la gioia dei bambini e NON, ai quali i genitori fanno credere che, se sono stati bravi ed hanno recitato le preghiere riceveranno dei doni, giocattoli, vestiti e tanti dolci. Ricordo ancora “u cannistru” (cesto) che mi preparava mia madre, con tanti pezzi di frutta martorana, frutta secca e “l’uossa ri muorti” (biscotti al miele). “che incanto  le statuette  di zucchero i pupi i zuccaru o pupaccena” talmente belli che era un peccato romperli per mangiarli. Mentre sto scrivendo, mi ritorna in mente “u muffullitaiu” un ambulante di pane che passava sotto casa al mattino presto e vendeva la “muffullietta” calda (un tipo di pane con poca mollica) che si farcisce con olio, acciughe, sale e pepe…  Se il corriere mi consegnerà in tempo, presto aggiornerò il post con le foto della martorana….